Sabato 26 05 2018 - Aggiornato alle 03:50

1924-3
Canicattì No a cittadinanza per Agnello Hornby, è scontro istituzionale - 30/09/2013

Negata la cittadinanza onoraria alla scrittrice Agnello Hornby, è scontro istituzionale tra il sindaco Vincenzo Corbo e il presidente del Consiglio comunale Mimmo Licata.

"In aula – si sfoga un furioso Licata in una nota – si è assistito a una pessima figura dell'amministrazione comunale. Mi duole molto registrare questo vergognoso risultato per il quale, di certo, si metterà alla pubblica derisione l'intera città".

Di tutt’altro parere è però il sindaco, il quale ha piuttosto spinto il consiglio a bocciare la proposta, perché, a quanto pare, sarebbe non poco piccato con la signora scrittrice. “In primis – replica il primo cittadino – va specificato che il sottoscritto, in occasione di un convegno tenutosi a Canicattì nel quale era anche presente la scrittrice Agnello Hornby, non è stato invitato, atto già di per se criticabile, ma ancor più grave è il fatto che, in quell’occasione, il presidente del civico consesso ha voluto fare la prima donna promettendo alla scrittrice la cittadinanza onoraria, atto che solo il sindaco può concedere".

Insomma, non si può scavalcare il sindaco, tra l'altro ignorato dalla scrittrice, e per giunta farsi belli con la stessa. Ma non sarebbe solo questo il motivo. A detta di Corbo la scrittrice Agnello Hornby “non ha mai dimostrato un attaccamento particolare alla nostra città. In passato infatti, in occasione di un convegno che si tenne ai tempi della Giunta Scrimali, per essere presente a Canicattì, volle essere pagata profumatamente, come dimostra una determina in archivio presso il nostro comune”.

Corbo conserva davvero una pessima impressione della scrittrice, e pazienza se qualche anno fa era stata fra i soci fondatori dell'associazione culturale di Canicattì "La città invisibile”.

Probabilmente la maretta tra sindaco e presidente del consiglio comunale, con il tempo, passerà. Tra Canicattì e Simonetta Agnello Hornby rimane però un’imbarazzante storia, difficile da spiegare.

SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

scrivi alla redazione